Alpine X

I Fatti

Nuvole Nuvole Nuvole

Dallo scorso aprile 2019, il grandioso progetto del' Alpine X si trova nella seconda fase: dopo il successo della messa in servizio del Matterhorn glacier ride avvenuta nell'autunno 2018 manca solo il tratto Matterhorn glacier paradise - Testa Grigia per collegare con la funivia Breuil-Cervinia e Zermatt. In futuro, una funivia trifune identica al Matterhorn glacier ride garantirà questo collegamento. Per la realizzazione è previsto un costo di circa 30 milioni di franchi. Il collegamento consentirà per la prima volta di viaggiare all’asciutto da Cervinia a Zermatt. Se tutto procede secondo i piani, nell’autunno 2021 i primi ospiti attraverseranno le Alpi in funivia, senza mai perdere di vista il Cervino. 

FATTI E CIFRE DEL PROGETTO

ALTITUDINE STAZIONE A VALLE VELOCITÀ
3'458 metri s.l.m.  7.5 m/sec
ALTITUDINE STAZIONE A MONTE DURATA DELLA CORSA
3'821 metri s.l.m. 4 min
COSTRUTTORE DELLA FUNIVIA NUMERO DI CABINE
LEITNER ropeways 10
LUNGHEZZA DELLA FUNIVIA PERSONE PER CABINA
1.6 chilometri 28
DISLIVELLO AZIONAMENTO
363 metri LEITNER DirectDrive
CAPACITÀ DI TRASPORTO DESIGN DELLE CABINE
1'300 persone/ora Pininfarina

LA STAZIONE A MONTE

Matterhorn glacier paradise

La stazione a monte del progetto «Alpine X» si trova a 3'821 m s.l.m., come quella del Matterhorn glacier ride. La nuova stazione a monte sarà collegata direttamente a quella esistente, in modo che le due stazioni siano racchiuse in un unico edificio. L'accesso al tunnel nel Matterhorn glacier paradise è già pronto, così come il collegamento tra l'attuale stazione a monte e quella futura. 

Come per la prima parte del progetto della funivia, anche per l'ampliamento della stazione in direzione Testa Grigia si continuerà con il concetto della forma del cristallo, con l'obiettivo di integrare a livello ottico la stazione nella parete rocciosa del Piccolo Cervino.

Anche l’involucro del padiglione, come nella stazione esistente, sarà realizzato con una struttura in legno. La costruzione in legno oltre a dare alla stabilità della stazione a monte deve anche far sì che l’edificio abbia un buon impatto estetico e trasmetta un senso di calore all'osservatore.

Un'altra particolarità della stazione a monte sarà la possibilità di collegare i due impianti autonomi a un sistema di binari, che permetterà anche lo scambio di cabine tra i due impianti a fune. Questo comporta un vantaggio particolare: se una cabina del tratto Matterhorn glacier paradise - Testa Grigia deve essere sottoposta a manutenzione, può essere portata facilmente a Trockener Steg per farvi eseguire gli interventi necessari. In questo modo si può risparmiare lo spazio per una stazione di manutenzione nelle stazioni del secondo tratto. 

LA STAZIONE A VALLE

Testa Grigia

La stazione a valle del collegamento «Alpine X» si erge direttamente lungo il confine italiano, ma comunque interamente sul suolo svizzero. Con questa stazione a 3'458 m s.l.m., sarà finalmente chiusa la lacuna tra l'Italia e la Svizzera. 

Come nelle altre stazioni della funivia, la stazione a valle Testa Grigia con la sua struttura in legno si presenta con un ambiente caldo e moderno. Grazie al sistema di costruzione aperta, la luce diurna penetra all'interno della stazione e trasmette all'osservatore un senso di modernità e leggerezza. Anche in questo caso Zermatt Bergbahnen desidera che la nuova stazione sia visivamente in sintonia con il paesaggio e perfettamente integrata nell’ambiente.

Appena il tratto Matterhorn glacier paradise - Testa Grigia entrerà in funzione, i passeggeri che arrivano a Testa Grigia potranno passare direttamente dalla funivia alla nuova funivia trifune in direzione Piccolo Cervino. Il tratto tra le stazioni è di soli pochi metri e può essere facilmente percorso anche in sedia a rotelle. Ciò vale non solo per la stazione di Testa Grigia, ma anche per l'intero percorso tra Breuil-Cervinia e Zermatt. 

UN PERCORSO, CINQUE FUNI

Da Testa Grigia (3'458 m s.l.m.) al Matterhorn glacier paradise (3'821 m s.l.m.) le cabine percorrono una distanza di circa 1,6 chilometri e un dislivello di 363 metri. Essendo questa distanza alquanto breve, le funi tra le stazioni possono essere tese in modo tale da non richiedere l'installazione di tralicci.

Come per la costruzione e l'esercizio del Matterhorn glacier ride, anche su questo percorso il vento e le condizioni meteorologiche sono una grande sfida. Questo è anche il motivo per cui Zermatt Bergbahnen AG ha deciso di realizzare questo tratto con una funivia trifune identica a quella già esistente. 

IL SISTEMA TRIFUNE

Per realizzare una funivia 3S (funivia trifune) vengono dapprima installate due funi portanti per ciascuna corsia. Le funi vengono ancorate saldamente nelle stazioni e sono fisse. In seguito la fune traente viene tesa tra due stazioni e chiusa in un anello infinito. In totale occorrono cinque funi per mettere in movimento l’impianto. Le cabine vengono agganciate alla fune portante per mezzo di rulli e appena la cabina lascia la stazione, si aggancia alla fune portante in rotazione e viene tesa fino alla stazione a monte. 

Grazie al sistema a tre funi, la funivia è molto meno sensibile al vento rispetto alle comuni cabinovie. Questa è una condizione fondamentale per il funzionamento sicuro di una funivia a un'altitudine di oltre 3'500 m s.l.m., in una regione in cui bisogna sempre fare i conti con un forte vento. 

La funivia trifune viene azionata dal LEITNER DirectDrive. I due motori elettrici senza riduttore sono molto affidabili e garantiscono efficienza energetica e di manutenzione, con emissioni acustiche ridotte al minimo. Il motore sincrono è collegato direttamente alla puleggia ed essendo privo di ingranaggio, l'azionamento non necessita di lubrificazione. 

LE CABINE

Come già per il Matterhorn glacier ride, anche in questo impianto le spaziose cabine della ditta SIGMA trasportano i passeggeri sul Matterhorn glacier paradise velocemente e in modo confortevole. 

Le cabine sono state progettate dallo Studio Pininfarina, famoso in tutto il mondo per il design di Ferrari e Maserati. La cabina riprende il design delle auto sportive e colpisce per il suo magnifico allestimento. In futuro, su una superficie 13,3 m2, i 28 passeggeri potranno accomodarsi su sedili riscaldati realizzati in pelle e alcantara. Durante il viaggio le ampie finestre panoramiche offrono una spettacolare vista sulle montagne intorno al Cervino.

L’ampia entrata è a livello del suolo e permette di portare con sé facilmente l'attrezzatura sportiva e di salire e scendere senza barriere con sedie a rotelle o carrozzine per bambini.

Crystal ride by Swarovski

Come già nel Matterhorn glacier ride, due delle 10 cabine saranno decorate tutt’intorno con migliaia di cristalli Swarovski. Anche i loghi sui sedili brilleranno alla luce del sole grazie alle applicazioni Swarovski. 

Le cabine Crystal ride offrono una vista spettacolare verso il basso anche durante il viaggio da Testa Grigia al Matterhorn glacier paradise. ll pavimento realizzato in vetro stratificato attivo, che dal colore bianco latteo diventa trasparente, sicuramente provocherà una scarica di adrenalina a chi volgerà lo sguardo in basso. 

Grazie alle moderne cabine il viaggio in funivia sul crinale delle Alpi nel paesaggio alpino di alta quota e dei ghiacciai diventa un’esperienza straordinaria. Un mix perfetto di lusso e brivido.