Matterhorn Alpine Crossing

Visioni

Nuvole Nuvole Nuvole

Zermatt è sempre stato un luogo di visioni e spirito pionieristico. «Le visioni hanno una tradizione qui», dice Franz Julen, presidente del consiglio di amministrazione di Zermatt Bergbahnen AG. «Senza visioni, infatti, Zermatt non sarebbe quella che è oggi: una delle destinazioni turistiche meglio posizionate e di maggior successo a livello internazionale». Il «Matterhorn Glacier Ride l» e il «Matterhorn Glacier Ride ll» continuano questa tradizione. Le aspettative per il nuovo collegamento in funivia tra Zermatt e Cervinia sono alte: «Ci aspettiamo un’ulteriore crescita del nostro comprensorio sciistico e del turismo escursionistico sulla vetta del Matterhorn Glacier Paradise», precisa Franz Julen.

Strecke Klein Matterhorn zu Testa Grigia | © Copyright © 2022 Zermatt Bergbahnen AG

Attraverso le Alpi da Milano a Zermatt

Per i viaggiatori europei, il Matterhorn Alpine Crossing offre opportunità del tutto nuove nella pianificazione degli itinerari.  Dall'aeroporto di Milano, per esempio, si può attraversare comodamente in treno e in autobus l'idilliaca Valle d'Aosta verso Breuil-Cervinia. Lì inizia lo spettacolare viaggio in funivia sulle Alpi. In cima al Piccolo Cervino, a 3883 m di altitudine, si gode una vista unica su 38 cime di quattromila metri. Le due funivie «Matterhorn Glacier Ride l», la funivia trifune più alta del mondo, e il «Matterhorn Express» trasportano i passeggeri a Zermatt. La località, nota per le attività sportive quali l'escursionismo, il ciclismo in mountain bike e lo sci, offre anche interessanti esperienze culinarie e occasioni di shopping.

Cose da fare a Zermatt e dintorni  

Sciatori invece di auto sul Passo del Teodulo

Il passo del Teodulo è un passo di 3295 metri di altezza nelle Alpi vallesane attraverso il quale passa il confine tra l'Italia e la Svizzera. Per secoli, il passo ha avuto un ruolo importante come via di traffico e di commercio tra Zermatt e Breuil-Cervinia. La crescente popolarità dello sci ha cambiato anche l'importanza di questo valico, che è diventato il passo probabilmente più trafficato delle Alpi, se non in auto, sicuramente sugli sci.


Uno sguardo alle tappe più importanti del comprensorio sciistico racconta la storia del passato:

dal 1935 al 1939 Costruzione della Funivia Cervinia – Testa Grigia in più sezioni
4 marzo 1939 Messa in servizio della cabinovia Plan Maison – Plateau Rosa (Testa Grigia)
1939 Lancio del progetto della funivia Testa Grigia – Gandegg – Riffelberg Il progetto subisce una battuta d’arresto con lo scoppio della seconda guerra mondiale
1946 Nuovo tentativo di rendere accessibile il comprensorio sciistico di Zermatt
1956 Inaugurazione della prima sezione Zermatt - Furi
1957 Inaugurazione della seconda sezione Furi - Schwarzsee
1979 Inaugurazione della cabinovia Trockener Steg – Piccolo Cervino
1980 Messa in servizio degli skilift Testa Grigia 2, Gobba di Rollin, Grenzlift (Ventina) e Plateau Rosa 1
1982 Inaugurazione della cabinovia Furi – Trockener Steg
1991 Messa in servizio dello skilift Plateau Rosa 2
2002 Fondazione di Zermatt Bergbahnen AG (fusione tra Matterhornbahnen AG, Zermatter Rothornbahn AG, Standseilbahn Zermatt-Sunnegga AG e la Sport Arena della Gornergratbahn)
2003 Inaugurazione della seggiovia su ghiacciaio Furggsattel
2018 Messa in servizio della funivia trifune Matterhorn glacier ride l
2023 Con la messa in servizio della funivia trifune Matterhorn glacier ride lI si conclude il progetto generazionale Matterhorn Alpine Crossing

Marc Lagger

Communication & Media Manager

Tel: +41 (0)27 966 01 24

E-Mail: marc.lagger@zbag.ch