27.09.2019

Il miglior anno d'esercizio nella storia di Zermatt Bergbahnen AG

In occasione dell’assemblea generale del 27 settembre 2019 Zermatt Bergbahnen AG ha passato in rassegna l’anno d'esercizio migliore della sua storia. Grazie all’estremo successo delle attività estive 2018 e all’andamento ottimale della stagione invernale 2018/19 è stato possibile aumentare del 9,3% quello che l’anno precedente era già stato un fatturato record, e nell’anno d'esercizio 2018/19 è ammontato a CHF 76 milioni. L’EBITDA ha raggiunto CHF 39,6 milioni vale a dire il 52% del fatturato, il 14,4% in più rispetto all’anno precedente, e il cash flow aziendale CHF 35,6 milioni ovvero il 46,8 % del fatturato, con un aumento del 16% rispetto all’anno precedente. Questi brillanti risultati collocano Zermatt Bergbahnen tra le migliori aziende dell’intero settore.

L’estate 2018, asciutta e caratterizzata dal bel tempo, si è riflessa nel risultato d’esercizio. Il numero di primi visitatori è aumentato del 5%, e il fatturato quasi del 10%, raggiungendo il 25% del ricavo complessivo. Ne sono derivati nuovi risultati record in tutti i mesi da giugno a settembre 2018 sia per il numero dei visitatori sia per il fatturato. Ma anche il ricavo degli impianti di trasporto nell'attività degli sport invernali ha potuto essere aumentato del 9,1% rispetto all’anno precedente. Al contempo è aumentato del 9%, a 112 000, il numero di giornate di sci, rimasto praticamente stagnante negli scorsi anni. Le buone entrate invernali sono certamente attribuibili a un abbinamento ideale di condizioni atmosferiche ottimali, soprattutto nei fine settimana, ed eccellenti condizioni della neve.

A fine esercizio si registrano nuovamente cifre record. Rispetto all’anno precedente il ricavo d’esercizio è aumentato da CHF 69,63 a CHF 76,09 milioni, l’EBITDA da CHF 34,61 a CHF 39,6 milioni e il cash flow da CHF 30,68 addirittura a CHF 35,61 milioni. Inoltre nel periodo in questione gli investimenti hanno raggiunto un nuovo picco di CHF 53,9 milioni, la maggior parte dei quali, CHF 36 milioni, è stata destinata alla nuova funivia trifune Trockener Steg – Piccolo Cervino.

L’azienda sfrutta l'eccellente situazione economica per effettuare elevati investimenti di sostituzione e necessari ammortamenti, nonché per assicurare  i dividendi a lungo termine. Per esempio dalla data della fusione nel 2002 sono stati investiti complessivamente 531 milioni di franchi in impianti di trasporto a fune, piste e infrastrutture complementari.

Quest’anno d'esercizio, indubbiamente gratificante e di successo, è stato caratterizzato in particolare dall’inaugurazione della nuova funivia trifune «Matterhorn glacier ride». Già nei primi sei mesi di esercizio quest’opera spettacolare ha superato le più rosee aspettative. Ma l’esercizio si è contraddistinto anche per l’introduzione del pricing dinamico (nell’inverno 2018/19 oltre il 30% del fatturato è stato realizzato online), per gli investimenti nei progetti di digitalizzazione di Bonfire AG e per la convenzione con la Fondazione svizzera per la tutela del paesaggio, condizione per la costruzione di un’ulteriore funivia trifune da Testa Grigia al Piccolo Cervino.

I lavori di costruzione per questa nuova funivia, che permetterà il cosiddetto Alpine Crossing, sono stati avviati già nel febbraio 2019 e l’apertura è prevista per l’autunno 2021.
L’assemblea generale ha rieletto tutti i membri del Consiglio d’amministrazione nonché il presidente Franz Julen. Nella seduta costitutiva, successiva all’assemblea generale, il consiglio d'amministrazione ha nominato vicepresidente Jean-Michel Cina.

Markus Hasler, CEO di Zermatt Bergbahnen AG, ha così commentato l’eccezionale risultato: «Il bilancio mostra chiaramente che la nostra strategia pluriennale basata su una qualità senza compromessi, sul miglior servizio possibile e su esperienze indimenticabili, è quella giusta. Continuare in modo coerente su questa strada in favore dei nostri fedeli clienti è per noi al contempo un obiettivo e una responsabilità».

«Anche nei prossimi anni i nostri piani di investimento prevedono investimenti di circa 30 milioni di franchi in impianti di trasporto a fune e impianti di innevamento, piste, digitalizzazione, marketing e infrastrutture sul Piccolo Cervino. Tali investimenti, abbinati a un’offerta di alta qualità, contribuiranno a far restare Zermatt una delle destinazioni turistiche a livello mondiale più note, di successo e popolari in inverno e in estate» commenta il presidente Franz Julen, guardando al futuro.
 

Per maggiori informazioni si prega di rivolgersi a:

Markus Hasler 
CEO Zermatt Bergbahnen AG
+41 (0)27 966 01 01, markus.hasler@zbag.ch