25.09.2015

Un ottimo risultato d’esercizio malgrado il difficile contesto.

In occasione della 14a assemblea generale, svoltasi il 25 settembre 2014 sul Trockener Steg, Zermatt Bergbahnen AG ha presentato il proprio risultato d'esercizio. Anche se la stagione invernale è stata al di sotto delle aspettative, l’azienda ha realizzato un risultato d’esercizio nettamente positivo, con cifre record nel dicembre 2014.

Nell’esercizio 2014/15 Zermatt Bergbahnen AG è riuscita a migliorare in modo significativo il risultato economico con un incremento del 2,2% del ricavo d’esercizio, che ha raggiunto così 67,1 milioni di franchi. L’EBITDA di 32,2 milioni di franchi esposto in bilancio è aumentato del 4,4% rispetto all’anno precedente, con una contemporanea riduzione del 5,5% delle spese materiali per l’esercizio. Un aumento del salario reale e le spese per il personale nel settore della ristorazione, che per la prima volta hanno inciso sull’intero anno, hanno fatto registrare un aumento del 3,2% dei costi del personale. Il miglioramento delle cifre di fatturato, una costante gestione dei costi e la riduzione dei costi dei finanziamenti hanno reso possibile un aumento del 6,3% del cashflow aziendale, che ha raggiunto 28,1 milioni di franchi svizzeri, pari al 40,3% del ricavo d’esercizio.

«Le cifre finanziarie esposte delineano l'immagine positiva di un'azienda solida e sono valori di assoluto rilievo, considerati nel contesto del settore», dichiara Markus Hasler, CEO di Zermatt Bergbahnen AG.

Una stagione estiva positiva grazie a un buon autunno 
La stagione estiva 2014 si è chiusa con un bilancio complessivo positivo. Le ottime condizioni meteo in autunno hanno aiutato l’azienda a compensare il livello del numero di ospiti, che nel primo semestre estivo era stato più basso rispetto all’esercizio precedente.  Sia il numero degli ospiti sia il ricavo sono aumentati, rispettivamente del 5,8% e dell’1,2%.


Disattese le grandi aspettative per la stagione invernale 2014/15 
Una distribuzione ideale di festività e ferie e la Pasqua caduta in un periodo ottimale hanno creato una situazione iniziale positiva per l’inverno 2014/15. Mentre nelle altre parti delle Alpi si lamentava una carenza di neve, gli impianti e una gran parte delle piste di Zermatt hanno aperto puntualmente per l’inizio della stagione invernale, regalando all’azienda risultati record fino a fine dicembre. Il fatturato è aumentato del 20,3% e il numero di primi visitatori del 22,2% in confronto alla media di 5 anni. Dopo un gennaio e un febbraio nella media, l’andamento degli affari ha registrato un crollo a metà marzo, prevalentemente per questioni atmosferiche secondo quanto è stato ricostruito a fine stagione in base alle statistiche. I collegamenti con i comprensori in Italia sono rimasti chiusi in 39 giorni della stagione, con una conseguente contrazione dello scambio di ospiti a livello internazionale. Nel complesso il numero di giornate di sci ha subito un calo del 3,4%, un valore che corrisponde quasi esattamente all’aumento del numero di primi visitatori nell’inverno precedente.

Nuovi impianti in programma
Zermatt Bergbahnen AG non intende adagiarsi sul risultato d’esercizio positivo. «Cercheremo di migliorare ulteriormente i ricavi e la capacità finanziaria della nostra azienda adottando un marketing mirato e una politica degli investimenti finalizzata a migliorare valore e qualità», sottolinea Markus Hasler. Hans Peter Julen, presidente del CdA, aggiunge: «Malgrado le sfide che ci vengono poste dalla crisi valutaria e dalle incerte previsioni di sviluppo per l’economia europea, il CdA ha deciso di portare avanti l’attuale politica degli investimenti». 

Gli investimenti principali nel prossimo futuro riguardano tra l’altro la nuova seggiovia Hirli entro l’inverno 2015/16, la seggiovia Gant – Blauherd che entro l’inverno 2017/17 andrà a sostituire l’attuale cabinovia e la costruzione dell’impianto 3S più alto del mondo per la stagione invernale 2018/19 (inizio dei lavori 2016), che collegherà Trockener Steg con il Matterhorn glacier paradise parallelamente alla cabinovia esistente. 

Per maggiori informazioni rivolgetevi a:
Markus Hasler
CEO Zermatt Bergbahnen AG
+41 (0)27 966 01 01
markus.hasler@zbag.ch